DICHIARAZIONE SHOCK DI DULBECCO: "L'EX SINDACO PAOLO STRESCINO MI HA AGGREDITO"

Imperia - L'ex consigliere comunale Angelo Francesco Dulbecco racconta di essere stato vittima di un'aggressione fisica e verbale da parte dell'ex sindaco: "Continuava a urlarmi: "testa di ca..o, ti pigliamo a schiaffi, qua alla marina ti ammazziamo"

domenica 26 maggio 2013 15:41 : Politica : Nessun commento : Foto Foto
Bookmark and Share

Violenta lite, questa mattina alla Marina, tra l'ex sindaco Paolo Strescino e l'ex consigliere comunale Angelo Francesco Dulbecco che nello scontro avrebbe avuto la peggio, tanto da essersi recato all'Ospedale per un controllo alla retina.

Secondo una prima ricostruzione il diverbio sarebbe stato prevalentemente verbale, ma i due sarebbero arrivati a uno scontro testa contro testa. Dulbecco, che soffre di problemi alla retina avrebbe accusato un disturbo che l'ha portato a farsi refertare in pronto soccorso, prima di sporgere denuncia nei confronti dell'ex sindaco.

Ad annunciare ai giornalisti la lite tra i due, l'ex ministro Claudio Scajola che ha parlato addiritura di uno Strescino che avrebbe colpito Dulbecco con un pugno in faccia.

Alle parole di Scajola, il giornalista di PuntoImperia Mattia Mangraviti ha risposto: "Se è vero sarebbe grave". Questo commento non è piaciuto all'Onorevole che ha risposto: "Si può discutere sulle opinioni non sulle verità, non le permetto di mettere in discussione la mia parola, non l'ho mai permesso a nessuno".

La fonte di Scajola, secondo le sue dichiarazioni, sarebbe stata un colonnello dei Carabinieri. All'ex ministro non è comunque andato giù il commento di Mangraviti e la lite tra i due è andata avanti. Scajola ha consigliato al cronista di studiare, profetizzandogli uno scarso futuro nel caso in cui continuasse a lavorare in questo modo.

"Se lo dice lei", ha ribattuto Mangraviti. "Io ho fatto molta più strada di lei", ha concluso Scajola.

Pur fidandoci ciecamente delle parole dell'Onorevole, abbiamo provato a verificare la notizia, raggiungendo i diretti interessati dell'episodio.

Secondo quanto racconta Dulbecco: "Mi sono fermato con la macchina alla Marina. Quando esco dall'auto mi trovo davanti a un baretto quando vedo Strescino. Mi viene incontro, proprio addosso, in mezzo alla strada, mi si piazza ad un millimetro dalla faccia e continuava a urlarmi: "testa di ca..o, ti pigliamo a schiaffi, qua alla marina ti ammazziamo" e poi quando ha visto che io non reagivo perché ero basito perché ne ho già viste di tutti i colori ma questa mi mancava. Quando mi ha visto così mi dà una testata. Guardo la gente pensando che qualcuno gli dicesse qualcosa ma questi sono tutti rimasti immobili, fermi che non sapevano cosa fare e basta, dopodiché io me ne sono andato. Adesso ho intenzione di fare denuncia perché adesso basta, va bene la parola su Facebook, va bene dire cose su di me che la gente mi riporta, va bene pigliar i per il c..o, va bene insultarmi, va bene che quando a tele Imperia mi dici di che sono una merda, va bene che su Facebook mi scrivi che sono uno str...o, va bene ogni tipo di insulto però insomma se tu vieni in mezzo alla strada, di domenica mattina, davanti alla gente a darmi una testata c'è qualcosa in te che non funziona. Adesso non se ne può più".

"Mi è venuto vicino - continua Dulbecco - mi ha spinto e poi mi ha dato una testata all'altezza della faccia. C'era pieno di gente, tra cui anche sua sorella. Ancora adesso sto tremando perché quando ti viene incontro uno così non è che hai tanto tempo per riflettere. Uno nella sua posizione che viene in mezzo alla strada davanti a 50 persone a fare una cosa del genere ti puoi aspettare qualunque cosa".

L'ex sindaco Strescino smentisce di aver tirato una testata al giovane ex consigliere: "Abbiamo discusso davanti a 20 persone, non c'è stato alcun contatto fisico. Io non l'ho neanche sfiorato, c'erano 20 persone. Io sta cosa dell'aggressione la apprendo da voi giornalisti".

 

scritto da Francesco Li Noce